sabato 7 luglio 2007

Foto di scie e aerei nei cieli di Milano - 5 Luglio 2007

Ultima revisione dell'autore: ottobre 2013

In questo post è riportata una fotocronaca dei cieli di Milano il 5 luglio 2007.




































9 commenti:

angelotta ha detto...

...un vero incubo...che tu racconti con leggiadria evitando così di creare angoscia in qualche lettore un po' depresso.
Spaventare non va bene!
Il tuo modo di trattare un argomento di tal fatta produrrà buoni frutti,ne sono certa!
Il tuo è un grande dono!
Foto e commenti stimolano a leggere e guardare fino alla fine il post........
Qui ancora cielo sgombro da tutto!
fa caldo,oltre i 30°,leggera brezza da Sud,un po' di umidità!
l'ideale per andare al mare,con.... la bandierina blu!(??????????)
ciaociao
Angela

cieliazzurri ha detto...

Ciao Angela, grazie per le tue parole, sempre gentili :) Speriamo che il cielo pulito resista da te. Oggi qui il mago della pioggia credo che abbia provato un nuovo incantesimo. Formazioni nuvolose sono scomparse in pochi istanti..non spinte dal vento ma proprio sparite. Si son viste due goccerelline di pioggia (nuovo proverbio: "Nuvole imponenti, pioggerelle inconsistenti"). Poi, come già successo qualche settimana fa, è comparso un arcobaleno enorme (di quelli di una volta, a semicerchio) addirittura doppio. Mai visti tutti questi arcobaleni. Ormai qui c'è l'arcobaleno quasi tutti i giorni!

Paolo ha detto...

Credo che le scie che 'rilasciano filamenti', come le chiami tu, in effetti non starebbero rilasciando un bel nulla. Immagino invece che tali filamenti siano il risultato dell'attività delle onde scalari applicate alle scie chimiche. Continui campi energetici vengono infatti incessantemente applicati sugli aerosol dispersi dagli aerei. Il motivo non lo conosciamo. Anche Zret e Straker, da me interrogati, non hanno la minima idea del perchè le scie vengano sottoposte a trattamento con onde scalari.
Ad ogni modo un altro dato che mi sorprende è rappresentato dall'estremo polimorfismo presentato dalle nubi chimiche. Tutti sappiamo che non di rado, specie in condizioni di alta pressione e temperatura che si abbassa, tali nubi artificiali si dispongono a formare pseudo-cirri allungatissimi. Io li vedo sempre più lunghi e più stirati lungo le traettorie dei campi di forza da essi subiti.
E nel frattempo il clima è davvero cambiato. Da alcune settimane il cielo continua ad essere terso, trasparente, cristallino, all'orizzonte di un colore che mi ricorda l'acqua marina.
Ovviamente non piove mai.
Ma che sta succedendo?
Effetto HAARP o metamorfosi spontanea dell'aura del pianeta in piena attuazione? E pure le scie sono numericamente molto ma molto diminuite.

Zret ha detto...

Ciao amico, veramente ammirevole il tuo applomb e lodevole la tua preparazione tecnica nel trattare il tema.
Mi consenti di mandare a spigolare pirloti e mandanti?
Ciao

cieliazzurri ha detto...

Ciao Zret. Sto ancora ridendo per "pirloti" :D

cieliazzurri ha detto...

Ciao Paolo. Qualche giorno fa avevi scritto: "..ma è mai possibile che tutte queste nubi così spesse, maestose, imponenti vengano dissipate in un battibaleno?". Ieri questa cosa è successa anche qui. Nuvoloni, poi due gocce d'acqua, mega arcobaleno doppio e nuvole scomparse! Oggi invece si son viste sin dalla mattina scie elusive che piano piano, piano piano, hanno coperto tutto! Verso sera passaggio di aerei e odore terribile. Adesso nuvolosità diffusa..Chissà cosa ci aspetta per domani..

Tony ha detto...

Anche sulla provincia di Vicenza, giovedì 5 luglio, si sono avuti fenomeni consistenti di "irrorazione"; sono iniziati la mattina presto e sono continuati per tutta la giornata a contrasto di un cielo limpido e ripulito dalle perturbazioni dei giorni precedenti. Nella serata di giovedì ho potuto documentare una CROCE immensa sopra la mia testa... da venerdì le temperature (che erano scese a causa delle piogge nei giorni precedenti) sono schizzate a 35 gradi (oltre 10° di escursione termica)...

Gabri ha detto...

sempre riguardo al discorso temperature ed escursioni termiche, noto che da tre giorni a questa parte avviene il seguente fenomeno: Mattina, ore 7/10: aria freschissima (sembra di stare in montagna), cielo terso, nemmeno l'ombra di una nube. Sera, ore 17/19: nuvoloni striati, scie chimiche enormi o localizzate,temperature più alte di almeno 8/10 gradi, afa. Sera tarda, ore 20/22: ricomincia la pulizia del cielo e torna il fresco e il sereno...E' un ciclo davvero troppo strano..sembrerebbe provocato apposta..ed infatti secondo me lo è. NOn riesco ancora a capire quale sia lo scopo, per ora ho solo l'impressione che si stiano "divertendo" a giocare con le condizioni atmosferiche.

cieliazzurri ha detto...

Ciao Gabri. Il fenomeno da te descritto e osservato per tre giorni suggerisce che gli spruzzatori o, come tu dici, si stiano divertendo o, vista la regolarità della comparsa/scomparsa delle nuvole, stiano facendo esperimenti di formazione e rapida dissolvenza di perturbazioni nuvolose sulle nostre teste.