lunedì 7 aprile 2008

Il cielo sopra Milano

La giornata di sabato 5 aprile a Milano è stata caratterizzata, nell'arco temporale che va dalla mattinata alle 17 circa, da un cielo senza nuvole e con poche scie, tutte di tipo non persistente.
Intorno alle 17 ho notato invece la presenza di un gruppo di scie persistenti e di alcuni corpi nuvolosi che hanno dato origine a degli spettacolari fenomeni di iridescenza.



Le fotografie più significative della giornata sono raccolte in questo video.

Video: The Sky above Milan


Nota sul copyright

La fotografia dell'articolo può essere pubblicata indicando sempre l'autore e l'url di questo post e sito, con link cliccabile se collocata in siti web. E' vietato l'utilizzo della fotografia a fine di lucro.

8 commenti:

angela ha detto...

ottimo ed eloquente video!
il fenomeno rarissimo è diventato molto frequente...è chiaro che è un fenomeno artificiale,causato da sostanze presenti nelle nuvole.
carissimo saluto
angela

flo ha detto...

Sarebbe utile capire questi fenomeni di iridescenza, a partire dalle sostanze riscolntrabili con le analisi chimiche nei terreni interessati dalle scie persistenti ormai diventato fenomeno comunissimo e frequentissimo...
Il tutto nel silenzio più totale dei media.
Che cosa sta succedendo?

cieliazzurri ha detto...

Ciao Angela grazie!
Ciao Flo.

Il fenomeno dell'iridescenza delle nuvole è davvero spettacolare. Di per sé è un fenomeno normale. Quello che colpisce, come ha detto Angela, è la frequenza di apparizione.
Sarebbe ad esempio interessante verificare statisticamente la frequenza di apparizione di iridescenza in rapporto alla presenza di scie di aereo.
Certamente l'iridescenza delle nuvole e delle scie è una tematica su cui varrebbe la pena effettuare ulteriori investigazioni.

Per quanto riguarda le sostanze riscontrabili nel terreno, c'è sempre il problema di dimostrare che la sostanza rinvenuta veniva da una scia.
Anche in questo caso, una correlazione statistica tra rilevamento sostanze e presenza di scie potrebbe essere utile.

Anonimo ha detto...

Nubi lenticolari e fenomeni di iridescenza sono tutt'altro che rari in periodi di forte prevalenza favonica come questi ultimi mesi/anni.
Ciao.

Anonimo ha detto...

Ma deve fare veramente freddo!

Giovanni ha detto...

Ti faccio i miei complimenti per il blog.

Personalmente non ho ragione né motivo per credere all'esistenza delle scie chimiche, anche perchè le assunzioni necessarie per la loro esistenza sembrerebbero essere troppe, troppo complicate e troppo improbabili.
Ma sono molto felice che qualcuno dei sostenitori della teoria affronti in modo serio, scientifico ed educato l'argomento.

Giovanni

cieliazzurri ha detto...

Ciao Giovanni ti ringrazio per i complimenti.

A dire il vero, al momento, non mi sento un sostenitore della teoria delle scie chimiche (io preferisco parlare di ipotesi delle scie chimiche). Quello che sostengo è la discussione sulla tematica, senza preconcetti, leale e basata sulla chiara distinzione tra impressioni, ipotesi ed evidenze.
Quello che mi sono impegnato a fare è cercare eventuali evidenze, forti e inattaccabili dell’esistenza di anomalie nelle scie osservate su Milano. Se e quando tali prove verranno raccolte e, soprattutto, confermate da altri ricercatori in maniera anonima e indipendente, allora le cose saranno diverse.

Sostengo invece al momento l’ipotesi dell'esistenza di oggetti volanti di tipo sferoidale non meglio identificati sui nostri cieli, visto che di tali oggetti ho evidenze che reputo forti. Anche in questo caso, affinché queste evidenze siano accettate, sarebbe utile che altri ricercatori confermassero l’interpretazione delle mie osservazioni.

Giovanni ha detto...

Ho detto teoria per non voler offendere nessuno, visto che per molti non è un'ipotesi ma una certezza. Ti auguro buona fortuna nella tua ricerca sulle scie (sia che abbia esito - speriamo - negativo, sia che abbia esito positivo). Valuto molto il tuo post sulla quota, perchè vedo il molto lavoro che hai fatto nel riconoscimento della sagoma, senza fermarti alla prima similitudine solo perchè avrebbe confermato l'ipotesi iniziale, ma continuando a cercare la sagoma più indicata.
Sugli oggetti sferodiali non mi pronuncio, non ne so abbastanza, ma parimenti, buona fortuna.

Giovanni